L’esame audiometrico si fa in pochi minuti, ma sapresti come interpretarne i risultati?

L’esame audiometrico è il test che esegue il tecnico audiometrista, sulla base dei risultati del test il medico ORL può fare la diagnosi e il tecnico dell’udito regolare l’apparecchio.

L’audiometria può essere fatta in vari modi e con diverse logiche a seconda dei risultati che si cercano. Quella che con maggior probabilità ti capiterà di avere fra le mani è fatta da una griglia in cui ci saranno delle X e delle O collegate fra loro con delle linee.

Ecco come leggerle: il tecnico quando ti ha fatto questo test ti ha fatto ascoltare dei BIP iniziando con quelli più acuti (suoni più squillanti) per poi finire con quelli più gravi (suoni che assomigliano di più ad un rombo).

In questo modo il tecnico tracciato l’esame audiometrico per verificare punto per punto come funziona il tuo orecchio, e ha notato con le X l’orecchio sinistro e con O l’orecchio destro.

Se hai un orecchio normale dovresti notare due linee dritte fra i 0 ed i 20 db mentre se ci sono delle anomalie e le linee sono delle curve allora è possibile che il medico abbia aggiunto infondo all’esame audiometrico una diagnosi.

Se c’è scritto ipoacusia qui trovi delle informazioni su cosa fare .

I simboli riportati sono relativi all’esame audiometrico fatto con la cuffia, ma si possono usare anche molte altre tecniche. Un’altra cosa molto utilizzata soprattutto negli ospedali e dagli audioprotesisti più attenti (anche se dovrebbe essere per tutti una prassi) e l’esame fatto con l’archetto osseo.

In questo caso il tecnico ha posto dietro il tuo orecchio un piccolo dispositivo che ti ha mandato delle vibrazioni. Così ha inviato il suono direttamente alla parte più interna del tuo orecchio.

Se ci sono delle differenze fra le line blu e rosse e quelle nere che congiungono questi simbolisti > oppure < allora significa che c’è un problema anche alla parte più esterna dell’orecchio.

Molte volte questo tipo di problemi che in gergo viene legato a una “componente trasmissiva” è gestibile dal punto di vista medico.

Mentre quella relativa alle linee blu e rosse spesso è una condizione che difficilmente migliora ed è per questo che si utilizzano gli apparecchi acustici.

Se vuoi saperne di più puoi approfondire qui link alla sezione ipoacusia neurosensoriale.

Portavo un apparecchio acustico da 5 anni ma non sentivo per niente bene. Dopo aver cambiato centro ed essermi rivolto da Pontoni ho trovato un centro OK! Sono tutti simpatici e con i controlli programmati mi sento seguita. Sento decisamente meglio in generale.

Marisa Lazzarini

Da tempo avevo idea di avere un problema di udito, un pochino sentivo ma non riuscivo a capire le parole, ad esempio mi trovavo a disagio a seguire la televisione. Per fortuna ho incontrato Pontoni che ha svolto il servizio in maniera professionale e ora finalmente capisco molto bene la televisione e anche i miei amici, anche quando sono nella confusione.

Frausin Giuseppe

Era già da qualche tempo che sentivo male, non capivo le parole.. Ho provato varie ditte,ma nulla da fare, non avevo risolto. Poi sono arrivato da Pontoni dove mi sono trovato molto bene con il personale, sono persone molto gentili. Adesso sento tutto meglio in generale e la Tv con il relativo dispositivo la sento molto bene.

Antonio Moro

Prima di trovare una soluzione al mio problema di udito mi sentivo davvero male, invece l’approccio con le persone del centro di Pontoni è stato da subito ottimo: mi sono trovata benissimo! Adesso posso seguire qualsiasi discorso senza sentirmi esclusa e perciò vivo meglio la mia vita in generale.

Bortolussi Liliana

La difficoltà maggiore che avevo era sostenere una conversazione in luoghi rumorosi, ad una cena, per la strada ecc. perché non sentivo le parole dell’interlocutore. Descriverei le persone che ho trovato nel centro Pontoni semplicemente eccezionali! Ora riesco a sentire in qualsiasi situazione rumorosa e ciò mi ha reso veramente contento!

Luigi Davanzo

Soffrivo di un certo disagio a causa dei miei problemi di udito ma non sapevo bene cosa fare, da Pontoni ho incontrato la dott.ssa Marina che è accogliente e sempre disponibile e mi ha aiutato a raggiugnere dei risultati che definirei buoni recuperando un livello di udito normale.

Teresa Civiero

Prima di incontrarci avevo già un altro apparecchio ma non mi trovavo per niente. Con il personale mi sono trovata benissimo, sono persone molto premurose e gentilissime. Con i nuovi apparecchi ora riesco a sentire anche i miei passi! Sono contenta perché prima non sentivo niente o pochissimo.

Corazza Anna

In certe occasioni ero un po' disadattata perché non capivo bene le parole, soprattutto al cinema o alla Tv, mi sono trovata molto bene da Pontoni e ora ho migliorato sicuramente l’ascolto della Tv e sento meglio le voci delle altre persone.

Moretti Ida
848 - 390019